Qualità aria, da Ue misure per evitare ritardi

Migliorare la qualità dell'aria è una necessità urgente

19/01/2011

La Commissione, "senza ulteriore ritardo", adotterà le misure che aiuteranno gli Stati membri a mettersi in regola con gli standard stabiliti a livello europeo sulla qualità dell´aria. Lo ha detto il commissario Ue all´Ambiente, Janez Potocnik, al termine di un dibattito con il collegio dei commissari sulla qualità dell´aria.

La Commissione, ha riferito Potocnik in una nota, ha riconosciuto che "migliorare la qualità dell´aria è una necessità urgente ed una responsabilità di tutti che richiede i nostri sforzi congiunti". La necessità di rinnovare le politiche per la qualità dell´aria è stata condivisa, ha proseguito il commissario, compreso la "revisione della direttiva sui limiti nazionali di emissione".

La direttiva Ue Nec chiede che gli Stati forniscano le informazioni per quattro inquinanti: biossido di zolfo ed ossidi d´azoto, così come le particelle Pm10, dannosi per la salute umana e l´ambiente. Per questo Bruxelles adotterà le misure che aiuteranno gli Stati membri a mettersi in regola con gli standard stabiliti dall´Ue che comprendono, ad esempio, le misure per il contemimento del tenore di zolfo nei combustibili e per la riduzione delle emissioni di veicoli e macchinari.

Secondo l´esecutivo Ue, serviranno inoltre a migliorare la qualità dell´aria anche l´attuazione delle misure del pacchetto "clima ed energia", la nuova Pac, l´uso dei fondi di coesione e di sostegno per la ricerca. La Commissione intende inoltre partecipare attivamente ai negoziati per le convenzioni internazionali sulla qualità dell´aria, in particolare nel quadro della convenzione Unece sull´inquinamento atmosferico transfrontaliero e la revisione in corso del protocollo di Goteborg.


ANSA

« Torna alle news